Progetto Baby Car-E

Clicca sopra e leggi la presentazione


La Misericordia di Vinci nasce nel 1912 nel capoluogo Vinciano, città Natale di Leonardo.

Da molti anni è impegnata, grazie all’aiuto dei suoi volontari, nelle attività di trasporto sanitario e sociale, con un occhio di riguardo ai pazienti pediatrici.

Sulla scia del successo del progetto Babylanza, con cui è stata realizzata la prima ambulanza pediatrica della zona, abbiamo deciso di intraprendere una nuova ed ambiziosa sfida creando la Baby Car-E, la vettura che pensa in piccolo.

Il progetto sarà finanziato con una grande campagna di crowdfunding attraverso la piattaforma EPPELA.

 

Guarda il video

Contribuisci anche tu a realizzare la nostra idea!

L’idea

Il progetto Baby Car-E nasce come naturale prosecuzione e completamento del precedente progetto Babylanza, con il quale nel 2018 abbiamo realizzato un’ambulanza pediatrica grazie al grande impegno da parte della Misericordia di Vinci e di tutta la comunità.

Da questo successo è nata la voglia di tentare una nuova ed ambiziosa sfida per soddisfare le molte richieste che ci arrivano dai cittadini, non solo del nostro Comune ma anche di quelli limitrofi: mettere a punto un ulteriore servizio di trasporto socio sanitario pediatrico a disposizione del 118 e della popolazione locale realizzando un mezzo attrezzato a misura di bambino.

Il mezzo permetterà il trasporto di bimbi con disabilità temporanea o permanente, che hanno difficoltà o impossibilità a camminare o che si trovano ad avere altre patologie cognitive invalidanti. Il servizio non si limiterà al solo Comune di Vinci ma si estenderà sull‘intero territorio Empolese Valdelsa e Valdarno che conta oltre 200 mila abitanti.

Le caratteristiche

Quali sono le caratteristiche innovative che rendono unica Baby Car-E?

Innanzitutto abbiamo pensato alle caratteristiche tecniche. La Baby Car-E sarà dotata di tutti i più moderni dispositivi ed ausili di sicurezza e trasporto dei bambini nel totale rispetto delle norme del Codice della Strada e delle più recenti normative europee di riferimento.

Ci siamo poi preoccupati sia della componente ludica, pensando ad un tablet pc, materiale per scrivere, disegnare, colorare e degli immancabili peluches sia della componente estetica prevedendo un allestimento interno colorato con tinte tenui e rilassanti ed una livrea esterna personalizzata particolarmente accattivante

Non per ultimo abbiamo pensato alla formazione del personale. Non ci siamo limitati ai soli aspetti di tipo tecnico relativi alle manovre di primo soccorso e defibrillazione pediatrica, ma abbiamo posto particolare attenzione anche alle norme sulla sicurezza nel trasporto in vettura dei bambini.

Inoltre ci siamo preoccupati degli aspetti legati alle dinamiche relazionali ed all’approccio con il bimbo disabile.

Gli obiettivi

Tutto questo al fine di fornire un servizio di trasporto che garantisca massima sicurezza, comfort e benessere psicofisico sia per il bambino che per la famiglia.

Il nostro obiettivo non è solo quello di realizzare un nuovo mezzo attrezzato pediatrico ma attivare un vero e proprio servizio per la comunità.

Una rete di associazioni ed istituzioni partner, oltre a far conoscere il progetto, ci consentiranno poi di intercettare e dare tempestiva risposta alle richieste di trasporto sul territorio. 

Infine abbiamo l’ambizione di creare un nuovo standard di qualità che faccia da stimolo, che possa essere preso a modello dalle altre associazioni ed esportato in altre realtà. 

 

Se sosterrai il progetto Baby Car-E la tua donazione varrà doppio!

Il progetto è stato selezionato per l’evento Firenze Crowd per cui quando arriveremo a metà del nostro obiettivo (10.000 €), la cifra verrà raddoppiata dalle Fondazioni CR Firenze e Il Cuore si Scioglie.

 

COME SOSTENERCI

 

BENEFICI FISCALI

La Misericordia di Vinci è una ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) ai sensi del D.L. 460/97 e le donazioni o erogazioni liberali in suo favore sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi. È consentito dalla legge a privati ed aziende di dedurre le donazioni a favore di ONLUS nella misura del 10% del reddito complessivo dichiarato e fino ad un tetto massimo di 70 mila euro annue.

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito